Azithromycin for acute lower respiratory tract infections

Machine translation Machine translation
Questa è la versione più recente di questo documento

Leggi l'ultima versione

Categoria Systematic review
GiornaleCochrane database of systematic reviews (Online)
Year 2008
BACKGROUND: infezioni acute delle basse vie respiratorie (LRTI) vanno da bronchite acuta ed esacerbazioni acute di bronchite cronica alla polmonite. Circa cinque milioni di persone muoiono di infezioni acute delle vie respiratorie ogni anno. Tra questi, la polmonite rappresenta la causa più frequente di mortalità, l'ospedalizzazione e la consultazione medica. Azitromicina è un antibiotico macrolide nuova, strutturalmente modificato da eritromicina e nota per la sua attività nei confronti di alcuni batteri gram-negativi associati alle infezioni del tratto respiratorio, in particolare Haemophilus influenzae (H. influenzae). OBIETTIVI: Per confrontare l'efficacia di azitromicina per amoxicillina o amoxicillina / acido clavulanico (amoxyclav) nel trattamento della LRTI, in termini di fallimento clinico, l'incidenza di eventi avversi e l'eradicazione microbica. STRATEGIA DI RICERCA: Abbiamo cercato il registro Cochrane Central of Controlled Trials (CENTRAL) (The Cochrane Library 2007, Issue 2), MEDLINE (Gennaio 1966 a luglio 2007) e EMBASE (gennaio 1974 al luglio 2007). CRITERI DI SELEZIONE: studi controllati randomizzati o quasi randomizzati, confrontando azitromicina a amoxicillina o amoxicillina / acido clavulanico in soggetti con evidenza clinica di acuta LRTI, bronchite acuta, polmonite ed esacerbazione acuta della bronchite cronica sono stati studiati. RACCOLTA DATI E ANALISI: I criteri per valutare la qualità degli studi sono stati la generazione della sequenza di assegnazione, occultamento di assegnazione al trattamento, accecante, e la completezza del processo. Tutti i tipi di acuta LRTI sono stati inizialmente riuniti nella meta-analisi. L'eterogeneità dei risultati è stata studiata dalla trama foresta e Chi-square test. Index of I-quadrato (I2) è stato utilizzato anche per misurare i risultati inconsistenti tra i vari studi. L'analisi dei sottogruppi e la sensibilità sono stati condotti. PRINCIPALI RISULTATI: Quindici prove sono stati analizzati. L'analisi congiunta di tutti gli studi hanno dimostrato che non vi era alcuna differenza significativa nell'incidenza di fallimento clinico su circa 10-14 giorni tra i due gruppi (rischio relativo (RR), casuali effetti 1,09, intervallo di confidenza 95% (CI) 0,64 1,85). L'analisi di sensibilità ha mostrato una riduzione di fallimento clinico in azitromicina trattati con i partecipanti (RR 0,55, IC 95% 0,25-1,21) in tre studi adeguatamente nascosti, rispetto alla RR 1,32, IC 95% 0,70-2,49 in 12 studi con occultamento inadeguata. Dodici studi hanno riportato l'incidenza di eradicazione microbica e non vi era alcuna differenza significativa tra i due gruppi (RR 0,95, IC 95% 0,87-1,03). La riduzione di eventi avversi nel gruppo azitromicina era RR 0,76 (IC 95% 0,57-1,00). Conclusioni degli autori: Ci sono prove chiare che l'azitromicina è superiore alla amoxicillina o amoxyclav nel trattamento acuto LRTI. Nei pazienti con bronchite acuta di una causa batterica sospetta, azitromicina tende ad essere più efficace in termini di minore incidenza di fallimento del trattamento e gli eventi avversi di amoxicillina o amoxyclav. Futuri studi di alta qualità metodologica sono necessari.
Epistemonikos ID: 21662647212c63b0427ad1e3786d43d2affd15f9
First added on: Oct 11, 2011
Warning
This is a machine translation from an article in Epistemonikos.

Machine translations cannot be considered reliable in order to make health decisions.

See an official translation in the following languages: Français

If you prefer to see the machine translation we assume you accept our terms of use

Warning
This is a machine translation from an article in Epistemonikos.

Machine translations cannot be considered reliable in order to make health decisions.

See an official translation in the following languages: Français, English

If you prefer to see the machine translation we assume you accept our terms of use

Warning
This is a machine translation from an article in Epistemonikos.

Machine translations cannot be considered reliable in order to make health decisions.

See an official translation in the following languages: Français, English, Español

If you prefer to see the machine translation we assume you accept our terms of use