Ethamsylate per la prevenzione di morbilità e mortalità nei neonati alla nascita pretermine o molto basso peso

Traduzione automatica Traduzione automatica

BACKGROUND: Ethamsylate riduce la perdita di sangue in alcune situazioni cliniche come la menorragia e seguendo alcune procedure chirurgiche. Questo potenziale per ridurre il sanguinamento ha portato a formulare l'ipotesi che essa può avere un ruolo da svolgere nella riduzione emorragia intraventricolare nei neonati prematuri. OBIETTIVI: Per determinare se ethamsylate, rispetto al placebo o nessun trattamento, riduce la morbilità e / o la mortalità nei neonati prematuri. STRATEGIA DI RICERCA: Abbiamo cercato il Cochrane Group Trials Register neonatale (24 agosto 2009), il Cochrane Central Register of Controlled Trials (CENTRAL, The Cochrane Library 2009, Issue 2), MEDLINE ed EMBASE (gennaio 1966 al luglio 2009) e il database di Oxford Prove di perinatali. CRITERI DI SELEZIONE: studi clinici controllati randomizzati o quasi randomizzati ethamsylate prove a confronto con placebo o nessun trattamento. La ricerca iniziale per iscrivere i bambini nati prove inferiore a 32 settimane di gestazione è stato successivamente ampliato per includere le prove neonati pretermine arruolando <35 settimane di gestazione o <2000 grammi di peso di nascita. Gli studi sono stati inclusi se riferito sui risultati di tutti i bambini fino alla morte o la dimissione. I dati di segnalazioni di neurosviluppo follow-up sono stati inclusi solo se almeno l'80% dei partecipanti sono stati seguiti. RACCOLTA DATI E ANALISI: Entrambi gli autori revisione valutato in maniera indipendente la qualità degli studi ed estratto i dati. Abbiamo calcolato il rischio relativo (RR) e la differenza di rischio (RD) con intervalli di confidenza al 95% (CI) e ha utilizzato un modello a effetti fissi per la meta-analisi. PRINCIPALI RISULTATI: Otto studi sono stati identificati, ma solo sette prove arruolato 1410 bambini pretermine si trovavano. Non vi era alcuna differenza significativa nella mortalità rilevata neonatale o dello sviluppo neurologico a due anni tra i bambini trattati con ethamsylate e controlli. I neonati trattati con ethamsylate avuto emorragia intraventricolare significativamente inferiore rispetto ai controlli a <31 settimane (RR 0,63 tipica, 95% CI 0,47-0,86) e <35 settimane di gestazione (tipico RR 0,77, 0,65-0,92). C'era anche una significativa riduzione di grado 3 e 4 emorragia intraventricolare, quando tutti i bambini <35 settimane di gestazione (tipico RR 0,67, IC 95% 0,49-0,94) sono stati analizzati come un unico gruppo, ma non per il gruppo dei bambini <32 settimane soli. C'è stata una riduzione nella domanda di brevetto sintomatica del dotto arterioso a <31 settimane di gestazione (tipico RR 0,32, IC 95% 0,12-0,87). Non ci sono stati effetti avversi di ethamsylate identificati da questa revisione sistematica. Conclusioni degli autori: neonati prematuri trattati con ethamsylate hanno mostrato nessuna riduzione della mortalità o compromissione dello sviluppo neurologico, nonostante la riduzione, in ogni grado di emorragia intraventricolare visto in <35 settimane di gestazione e bambini.

issue » 1

pagination » CD004343

citation » Hunt R, Hey E. Ethamsylate for the prevention of morbidity and mortality in preterm or very low birth weight infants. Cochrane database of systematic reviews (Online). 2010;(1):CD004343.

Warning
This is a machine translation from an article in Epistemonikos.

Machine translations cannot be considered reliable in order to make health decisions.

See an official translation in the following languages: English

If you prefer to see the machine translation we assume you accept our terms of use